mercoledì 21 agosto 2013

DOPO LA SCOPERTA DEL TRADIMENTO DI MIA MOGLIE HO DECISO DI SEPARARMI


Mauris Età: 37
Mi sono sposato 6 anni fa, ci conoscevamo dal liceo ed eravamo molto innamorati. Abbiamo acquistato casa ed è iniziata la nostra vita insieme. Io ho un lavoro a tempo indeterminato lei lavora in nero. Dopo i primi 2 anni mia moglie ha cominciato lentamente a cambiare, usciva spesso con gli amici, il mio lavoro mi impediva di andare con lei ed io mi fidavo. Casualmente una sera rientrato a casa ho sentito il suo cellulare squillare era appoggiato sul mobile all’ingresso, uscendo l’aveva scordato. Credevo fosse la sua amica, mi appariva sullo schermo il suo nome per cui ho risposto. Pensavo che per trovarlo avesse chieste di farlo squillare. Appena ho detto pronto però la linea è caduta. Ho provato a richiamare e squillava a vuoto. Non ci ho pensato più. Dopo un paio di giorni però eravamo entrambi a casa ho notato che quando il telefono squillava si allontanava per parlare, andava in giardino o si chiudeva in bagno. La spiegazione era che la sua amica aveva dei problemi e che non le pareva il caso di parlare con lei davanti a me. Li per li la giustificazione mi aveva tranquillizzato, ma lei non aveva mai avuto segreti con me e così ho iniziato a pensare che ci fosse qualcosa che non funzionava. Inoltre la sentivo sempre più distaccata e fredda, la nostra vita coniugale non era più serena come una volta. Ho iniziato a cercare delle prove, mi sentivo in colpa mentre lo facevo, ma sentivo che mi nascondeva qualcosa. E lei non me ne parlava. Sono seguite discussioni e litigate feroci. Dopo un bel po’ di tempo non sapendo cosa fare e non riuscendo più a vivere sereno cercando in internet sono incappato sul sito della Agenzia Italiana Investigazioni. Li ho contattati di impulso, volevo sapere cosa ci stava succedendo, a noi che per tutti eravamo la coppia perfetta. Dopo poco tempo hanno confermato i miei sospetti si vedeva con un altro uomo. E’ stato doloroso sapere la verità ma il dubbio mi stava logorando. Ho affrontato lei e ho deciso di separarmi. Ora sto ricostruendo la mia vita, a fatica. 

1 commento:

Anonimo ha detto...

Evidentemente nel vostro rapporto c'è qualcosa che non funzionava. Sua moglie avrebbe dovuto parlargliene e insieme avreste affrontato la questione. Separarsi per un motivo così stupido come la presenza di un amante uomo è davvero un peccato.