sabato 1 agosto 2009

NON AVRO' MAI PIU' FIDUCIA

eva Età: 30 Ciao a tutti..Leggendo le vostre testimonianze ho riprovato il dolore straziante e insopportabile che ormai mi accompagna senza tregua da tre mesi, da quando ho scoperto che lui mi ha tradito...nove anni insieme, cinque anni di convivenza e poi a un tratto la doccia fredda. Quella maledetta mattina di sabato lui non c'era, era a sciare e io come una pirla a fare le pulizie in casa (!!!). Sono sincera le cose non andavano benissimo ma io non ho smesso un attimo di avere fiducia in lui, di amarlo e di sostenerlo...Mia mamma mi aveva messo un po' in guardia... Mi diceva che quandole cose non vanno tanto bene spesso e volentieri c'è di mezzo qualcun altro..e io "ma no, cosa dici...non mi farebbe mai una cosa del genere..." allora mi ha consigliato di guardare un po' in giro tra le sue cose e io non volevo. Non sono mai stata un'impicciona, io quando amo do una fiducia incondizionata e un rispetto illimitato..ero quasi schifata dal fatto che avevo cominciato a frugare tra le sue cose, mi sembrava di ferirlo, di tradirlo appunto.. Ma si può essere così ingnui mi dico? anche quando ho trovato la ricevuta dell'albergo con il suo nome e quello di una (che poi ho scoperto sposata con due figli,tanti complimenti anche a lei...) mi dicevo: "ci deve essere una spiegazione..per forza..e c'era. Lo stronzo aveva fatto un weekend con lei a sciare..solo quell'episodio..ma come faccio a crederci. e poi anche se fosse? perchè una volta non basta? io volevo cercare di perdonarlo; lui inizialmente voleva che finisse tutto perchè quello che era successo era troppo grave..venti giorni da panico, senza il fiato per respirare, poi ci ha ripensato; io sono troppo importante per lui...così dice...non credo che riuscirò a passare questo momento: sono tre mesi che ci provo ma a volte mi prende un disgusto incredibile..non solo per quello che ha fatto lui ma anche per me che cerco di sopportare tutto questo..mi faccio schifo perchè tollero una situazione del generr (!!!). mi sento così impotente..alla fine la mia vita è rovinata: in ogni caso non avrò mai più fiducia...nè in lui nè in nessun altro..che schifo

2 commenti:

daniela ha detto...

Ciao Eva,
mi chiamo Daniela ho 36 anni e alle spalle una montagna di relazioni, passionali meno passionali, lunghe, brevi....non penso ci siano nè consigli da dare nè commenti che si possano fare, la storia di ognuno è fatta di esperienze così personali, e sono proprio quelle che ci rompono il guscio che ci avvolge aprendoci così ad altre modalità di vita, che sono e restano individuali...ho tradito tante volte, E PER DIVERSE RAGIONI...FORSE SONO STATA TRADITA A MIA VOLTA...MA NESSUNA STORIA è UGUALE AD UN'ALTRA...dici che hai avuto ...gli occhi chiusi...ognuno di noi ha gli occhi chiusi su qualche aspetto della propria vita, non vuole aprirli perché significherebbe soffrire , dover accettare che il panorama non è quello che s'è inventato e quindi scendere a patti con la realtà significherebbe perdere il sogno che tenta in tutti i modi di presevare...è doloroso molto doloroso aprire gli occhi ...non siamo unici,irripetibili e insostituibili agli occhi di nessuno, e in fondo nessuno lo è ai nostri se ci pensi bene, è solo una questione di essere attaccati a qualcuno a qualcosa...parli di amore...ma l'amore che cos'è ?...il bisogno di avere qualcuno vicino o un sentimento libero che muove da noi verso qualcuno lasciandolo libero di vivere?...Hai detto che lui infine ti ha considerata importante per lui...ma che significa?..Che 'ha bisogno' di te...come si ha bisogno della madre ?...O che prova un sentimento per te?

daniela ha detto...

Ciao Eva,
mi chiamo Daniela ho 36 anni e alle spalle una montagna di relazioni, passionali meno passionali, lunghe, brevi....non penso ci siano nè consigli da dare nè commenti che si possano fare, la storia di ognuno è fatta di esperienze così personali, e sono proprio quelle che ci rompono il guscio che ci avvolge aprendoci così ad altre modalità di vita, che sono e restano individuali...ho tradito tante volte, E PER DIVERSE RAGIONI...FORSE SONO STATA TRADITA A MIA VOLTA...MA NESSUNA STORIA è UGUALE AD UN'ALTRA...dici che hai avuto ...gli occhi chiusi...ognuno di noi ha gli occhi chiusi su qualche aspetto della propria vita, non vuole aprirli perché significherebbe soffrire , dover accettare che il panorama non è quello che s'è inventato e quindi scendere a patti con la realtà significherebbe perdere il sogno che tenta in tutti i modi di presevare...è doloroso molto doloroso aprire gli occhi ...non siamo unici,irripetibili e insostituibili agli occhi di nessuno, e in fondo nessuno lo è ai nostri se ci pensi bene, è solo una questione di essere attaccati a qualcuno a qualcosa...parli di amore...ma l'amore che cos'è ?...il bisogno di avere qualcuno vicino o un sentimento libero che muove da noi verso qualcuno lasciandolo libero di vivere?...Hai detto che lui infine ti ha considerata importante per lui...ma che significa?..Che 'ha bisogno' di te...come si ha bisogno della madre ?...O che prova un sentimento per te?