martedì 3 luglio 2012

IO, TRADITORE SERIALE, VOGLIO USCIRE DAL FANGO DEL TRADIMENTO

Cinismo involontario Età: 37
Ho avuto un lunghissimo fidanzamento ed un matrimonio di tre anni con una donna che ho amato tanto, come lei me. Alla fine della mia storia sono stato molto male e per quasi due anni non ho voluto rapporti con altre donne.
Quando ho deciso di riaprirmi al mondo ho deciso di evitare problemi e di frequentare solo donne impegnate, disperando io stesso che questa fosse una cosa possibile. Con mio sgomento ho scoperto invece che moltissime donne impegnate, dai 28 ai 45 anni erano disponibili ad un'amicizia, ad un flirt e infine al sesso. Non dico tutte, per carità, ma di certo tutte quelle che mi mostravano una certa apertura, ed erano circa il 50% delle donne che potevano piacermi.
Ho iniziato a frequentare una, due, tre, sei donne impegnate, quasi contemporaneamente. All'inizio guardavo tutto con meraviglia, ma qualcosa in me cambiava. mi sono innamorato di una di queste e lei di me. Lei ha deciso di lasciare il fidanzato ed abbiamo provato a conoscerci meglio ed io ho allontanato tutte le altre. Tuttavia qualcosa in lei non mi aveva mai convinto e litigavamo spesso. Sentivo la presenza costante del suo ex e, visto che non amo fare il cornuto, sono stato con gli occhi ben aperti. L'ho attaccata dicendole che avevo scoperto tutto e lei ha confessato quello che non sapevo affatto, ma che intuivo e basta.
Così ho deciso di mollarla e di rialalcciare i rapporti con tutte le altre e di andare avanti per la mia strada. Lei mi mancava, soprattutto mi mancavano i suoi pensieri. Così ci siamo rivisti e sentiti. La cosa si è riallacciata, non per una relazione, ma solo per un'amicizia speciale in cui lei non ha nessuna remora a cornificare quel poveraccio epr flirtare e scopare con me.
io da allora non l'ho più considerata una persona per me importante, perché chi si comporta in questo modo lo fa sempre e non può starmi accanto. Anzi, sono convinto lo faccia anche con altri. Tuttavia continuo a frequentarla e non provo più alcuna pietà per quel povero fidanzato cornuto che ha saputo cosa è accaduto tra noi ma ha deciso di riprenderla per cercare un futuro assieme. Se dopo tre anni non conosci la tua donna traditrice, o la conosci e l'accetti, meriti di essere cornuto per sempre.
Il fatto grave è che adesso mi capitano smepre più spesso occasioni spregiudicate con donne sposate o fidanzate che non si fanno la minima remora a tradire e a mentire.
Io adesso mi chiedo se esistano donne che abbiano un minimo di freno inibitore al tradimento, perché l'effetto colalterale delle stronzate che ho fatto è che non mi fido più nessuna e disprezzo il genere femminile.
Fatto sta che o ripreso a frequentare donne del mio passato, impegnate, ma almeno non apro più nuove situazioni simili.
Non vedo l'ora di trovare la mia compagna ed uscire da questo fango.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Io mi sento tra quel mucchio di donne, che considero molto, molto sole.
Cosa ti aspetti? Ad una certa età, trovi solo questo, in giro. Un mucchio di gente molto, molto sola

Anonimo ha detto...

Che le donne siano tutte così lo escludo; così come per gli uomini del resto.
Dicono che l'occasione faccia l'uomo ladro; ma non tutti vogliono essere dei ladri.

Anonimo ha detto...

Io sono stato comew te.
Ed appena ho deciso (dopo 10 anni di tradimenti a chiunque mia compagna) di fidanzarmi seriamente con una.
E l'ho scoperta che anelava baciare un altro.

Credo non mi resti che ricominciare.
Nel mondo c'è posto solo per il cazzo. Non per l'anima.
E le vergherò tutte.

L'unica relazione possibile con le donne è la sodomia e la schiavizzazione. Ma non fisica: mentale.

Anonimo ha detto...

ma mi faccia il piacere anch'io sono donna ma non mi permetto di distruggere famiglie per il solo fatto che passo il tempo a commiserarmi pensando di essere sola e trovati uno straccio di uomo ma libero!!!!!

Anonimo ha detto...

Ho da poco scoperto che il mio fidanzato mi ha tradita. Mi è crollato il mondo addosso! Negli 8 anni insieme io non l'ho mai tradito. Anche se la passione si era spenta non ho cercato nessun altro uomo, certa che qualunque problema si sarebbe risolto grazie al sentimento fortissimo che ci legava e ci lega. Ora non sono più certa di nulla. Di una cosa sono certa: finché saremo insieme, spero per sempre, io non lo tradirò mai! Il nostro futuro è solo nelle sue manie spero non mi deluda ancora. Ciò che ho imparato da questa esperienza è che le donne sono peggio degli uomini. Le donne con cui mi ha tradita sapevano che lui era impegnato, sapevano chi ero, e chissà quanto hanno riso alle mie spalle. Ma io continuo a camminare a testa alta perché loro non valgono davvero nulla, ed evidentemente non sono in grado di trovarsi un uomo che sia solo loro! Stagnano in una fogna e si prendono solo gli scarti, solo brandelli di vite altrui, briciole di coppie che attraversano momenti difficili. Sono tutte delle poveraccie! Se con il mio fidanzato le cose dovessero andare male, la nostra storia finirà ed io me ne starò sola: a differenza di queste mezze donne m, io so stare anche da sola e bastare a me stessa. Loro no.

Anonimo ha detto...

Che schifoooooo! ho scoperto che mio marito era un traditore seriale, post mortem suam.
Un anno di amorevoli cure, di grande sofferenza.
Pochi giorni dopo il rito funebre .... dal cell un sms sospetto.
Il vaso di Pandora si e scoperchiato: ho trovato lo storico di due mail . Era un dipendente da chat che utilizzava durante il lavoro( credo per 12/14 ore settimanali) in un crescendo da opera sinfonica; poesie, canzoni, amore, amore, sei bellissima, ti do il mio cell., ti do il mio diretto, ci incontriamo, per una notte, pochi giorni,il mio rapporto e' in crisi...
Mi diceva grande amore. Non c' e più ed io non posso fare nulla se non odiarlo. Tutti mi dicono quanto mi amasse, che coppia! Che uomo meraviglioso, un santoooooooo. Prima o poi lo racconterò al mondo. otto anni che eravamo insieme e quattro che eravamo sposati; le donne con le quali mi ha cornificato quasi tutte molto più vecchie di me e di lui e , magrissima consolazione, piuttosto brutte. La cosa e fresca, fresca, neanche due mesi: lui aveva 49 anni.

Silvia ha detto...

Le persone serie ci sono ancora, anche se io stessa mi stupisco di tutto ciò che accade intorno a me...tuttavia non dobbiamo essere nemmeno troppo severi con gli altri...questa ragazza forse era ancora innamorata del suo ex e lui le ha dato un'altra chances. Io non ho mai tradito, ma ammetto che alcune volte è stata dura. Non tutti abbiamo la stessa forza d'animoe la stessa volontà. Purtroppo molte persone non si mettono in discussione, non si guardano dentro, vanno per la vita senza meta, senza sapere cosa vogliono e fanno disastri. Credono di desiderare una cosa e invece ne desiderano un'altra...non si guardano dentro e quando lo fannoinvece di essere sinceri mentano. mentono per timore, paura di non essere accettati e di deludere chi hanno accanto.Crescere e maturare, prendersi le proprie responsabilità, essere capici di essere sinceri, anche dicendo "non riesco ad essere fedele", è una cosa ammirevole, ma non è da tutti, anzi...Se tu oggi, con le tue esperienze, hai compreso cosa vuoi, sei già molto avanti e il primo passo per uscire dal circolo lo hai già fatto. Chiudersi nel cinismo non ha alcun senso, non la si fa realemnte pagare a nessuno, se non a noi stessi. I traditori/traditricei seriali, mi fanno un po' pena, sono persone così insicure e alla continua ricerca di qualche misera dose di autostima...forse a loro modo amano davvero la persona che hanno accanto, ma non riescono ad amare se stessi veramente, nè a lasciarsi andare in un rapporto esclusivo, devono spmere avere delle scorte, dei paraventi, negano ed ingannano prima di tutto loro stessi offrendo spesso l'immagine perfetta del marito e della moglie ideale che la società vuole da loro, il tutto per il timore di restare soli e doversi guardare dentro. Eppure alcuni si "redimono" grazie ad una persona che li conduce con amore, determinazione e pazienza verso la verità ed il rispetto del vero amore. Noi intanto possiamo fare diverssmente, d'altronde qualcuno deve ben iniziare, trovo sia troppo comodo imitare i comportamenti degli altri, solo perchè, in tanti "fanno così".

Anonimo ha detto...

purtroppo mi è capitato di tradire....non sono seriale, una volta in 13 anni di convivenza ho ceduto dopo tante occasioni avute negli anni che ho sempre lasciato perdere a volte a fatica ma sempre fatto e usato il cervello. Ci sono cascato con un amica di vecchia data che per un anno intero si era fissata su di me e sul farmi capitolare. Ce l'ha fatta e ora ne sono innamorato ma so perfettamente non sará mai la donna della mia vita. Sto malissimo per quello che ho fatto e voglio farmi passare la cotta. Lei non la vedo da mesi. Fatico a starle lontana. Però devo.